martedì 21 gennaio 2014

NO STRANGE – Armonia Vivente (Area Pirata/Psychout)




Il ritorno sulle scene discografiche dei No Strange, segna un punto cruciale nella storia recente del panorama musicale italiano. Come già avvenuto con il precedente “Cristalli Sognanti” (Area Pirata/Psychout, 2012) Salvatore D’Urso e Alberto Ezzu continuano a mantenere vivo il concetto di psichedelia andando a scavare nella storia di questo genere musicale adattandolo, per quanto si può, ai tempi moderni. Sin dalla iniziale “Grida Mondo” con le sue delicate armonie vocali, arricchite dalla presenza di Rosalba Guastella, assurta al ruolo di terzo membro ufficiale della band, i No Strange fanno capire di avere pronto un programma ricchissimo che spinge ad abbandonare ogni preconcetto sul “genere”, invitando l’ascoltatore ad abbandonarsi al flusso della musica che seguirà. Il concetto di base è quello che ci troviamo davanti ad un disco di “musica totale” alla quale approcciarsi con lo spirito curioso ed attento che si dovrebbe avere ogni qualvolta si ascolta un disco. Non ci troviamo certo dinnanzi ad un “prodotto” usa e getta da classifica, ma ad un modo di parlare attraverso la musica, con un linguaggio che può apparire tanto desueto quanto affascinante. “Armonia Vivente” è un disco completamente armonico, dove suoni, voci, testi evocativi, strumenti affascinanti e suoni di tutti i giorni vengono amalgamati, seguendo un flusso circolare che avvolge l’ascoltatore, mettendolo al centro di “un altro mondo”. Questo disco rimanda ad un’epoca che sembra lontanissima, quella in cui ad ogni opera che si ascoltava si prestava una lunga e ponderata attenzione, condicio sine qua non che tutti dovremmo avere ben presente ogni qualvolta ci si pone all’ascolto della musica. Senza ritagliarsi uno spazio necessario per abbandonarsi alla musica di “Armonia Vivente” difficilmente riusciremo a coglierne le mille sfumature, i tantissimi ricami che i musicisti coinvolti hanno cesellato per dare corpo alle visioni di questo nuovo capolavoro dei No Strange.

per chi vuole approfondire questo link rimanda all'intervista con Salvatore D'Urso realizzata per presentare il disco in anteprima a Sotterranei Pop.

Nessun commento:

Posta un commento